Ferdinando Cellore, detto Nando, idraulico, ci parla di Mezzane di Sotto

In questi video, Ferdinando Cellore di Mezzane di Sotto (1928-2016), ci parla del suo lavoro di idraulico nel paese della provincia di Verona.
Ricordi, lavori, mestieri di un tempo che ci hanno resi quelli che siamo. Sono le nostre radici. Un punto di riferimento da cui partire per andare oltre.

Nando rappresenta quegli artigiani che dello studio, del lavoro, della famiglia e della riflessione critica e ricerca hanno fatto la loro vita.

Nando, come mio papà Walter (meccanico di auto: 1928-2004), mi hanno insegnato l’etica del lavoro. La passione della ricerca. Il non arrendersi alle verità ufficiali. L’ascoltare chi ci parla per trarne insegnamento e innovare.

A loro – come ai miei nonni Alessio (maestro coloritore) e Carlo (ferroviere e commerciante ambulante) – debbo i valori fondamentali che guidano i miei studi, la mia professione di comunicatore e giornalista, una visione del mondo rispettosa della diversità. E dell’Altro, a qualunque cultura o religione o etnia l’Altro appartenga.

A loro debbo anche il valore della legalità. Il senso dello Stato. La passione per il pensiero libero.

Qui Ferdinando Cellore (Nando) ci parla di Mezzane di Sotto (Verona) e del suo lavoro di artigiano al primo acquedotto del paese.